Happiness Lab

Cinque consigli per affrontare con serenità le feste

Natale si avvicina, e inizia uno dei periodi di festività più lunghi del nostro calendario.

Dalla vigilia al primo dell’anno, si susseguono tavole imbandite che rischiano di farci iniziare l’anno nuovo un po’ appesantiti e anche annebbiati.

Per qualcuno l’idea di questo tour de force di pranzi e cene è motivo di vera e propria angoscia, perché magari sta cercando di ritrovare la forma e ha paura di vanificare tutto il lavoro fatto nei mesi precedenti.

In realtà, come sempre, può bastare un po’ di consapevolezza per gestire al meglio questo periodo, e godere della convivialità e dei festeggiamenti senza sensi di colpa.

Ti lascio qualche suggerimento!

  1. Non saltare i pasti prima dei cenoni

    …ma nemmeno prima dei pranzi. Non fare colazione, o non pranzare, perché poi abbiamo un pasto molto abbondante che ci aspetta, non è la strategia giusta per due motivi. Il primo è che rischiamo di arrivare super affamati, e di mangiare più di quello che vorremmo. Il secondo è che diamo al nostro corpo un segnale di “allarme” che lo porta ad assimilare di più.

  2. Ricorda che puoi sempre scegliere

    Davanti alla tavola imbandita, cerca sempre di mangiare con consapevolezza: se puoi inizia il pasto con delle cruditè e non con salatini; non esagerare con gli alcolici, e cerca di bere anche dell’acqua durante il pasto; se puoi preferisci un contorno di verdura…insomma, non dimenticare i buoni principi che segui durante tutto l’anno.

  3. Non servirti due volte

    Soprattutto nel periodo di Natale e Capodanno, le occasioni di mangiare qualcosa di diverso e anche speciale sono tante; non c’è quindi ragione di servirsi due volte a tavola, per evitare di sovraccaricare l’organismo con preparazioni che sono già più ricche e impegnative del solito.

  4. Mantieniti attivo

    Se puoi, cerca di rimanere costante con la tua attività fisica abituale, e in ogni caso cerca, soprattutto nei giorni in cui hai delle occasioni di festa, di ritagliare il tempo per una passeggiata di 30-40 minuti, idealmente dopo il pasto, che ti aiuterà a digerire meglio e ad attivare il metabolismo.

  5. Introduci il digiuno 16h

    Se non è una buona idea saltare i pasti prima di un cenone, può essere invece utile saltare il pasto successivo, quindi la colazione, o la cena nel caso in cui tu abbia un po’ esagerato a pranzo. La finestra di digiuno di 16h permette all’organismo di gestire al meglio il pasto precedente, e gli dà riposo in un periodo impegnativo. Inoltre ti aiuta a compensare gli eccessi calorici.